E’ una delle piante medicinali considerate da sempre indispensabili, poichè dotata di infinite proprietà salutari; appartiene alla famiglia delle LILIACEE è si presenta come pianta erbacea, ma è il bulbo la prte principale, perchè all’interno di esso è c’è la sostanza ricca di proprietà benfiche.

Dell’utilizzo dell’AGLIO come vera e propria terapia, se ne parla già dal 1.500 a.c grazie al ritrovamento di alcuni manoscritti tramandati, e ancora oggi, il popolo egizio è tra i più grossi consumatori di aglio.
Nell’antichità, questa pianta era considerata una pianta dalle “proprietà divine” e anche nell’antica Grecia gli atleti olimpionici lo utilizzavano, soprattutto mentre correvano o si esercitavano.

– ALLICINA –


La maggior parte degli effetti positivi che noi abbiamo consumando aglio, lo dobbiamo ad un fitocomposto, l’ALLICINA.
Quando prendiamo il nostro spicchio d’aglio, in realtà non troviamo l’ALLICINA, ma bensì l’ ALLIINA, un suo precursore; solo masticando o tritando, o schiacciando l’aglio facciamo mettere in contatto l’ ALLIINA con un enzima (ALLINASE); l’unione del precursore con l’enzima, genera l’ ALLICINA

L’ALLICINA ha delle caratteristiche che dobbiamo tenere assolutamente presente:
1- TERMOLABILE, cioè viene disattivato dalla cottura e per questo motivo le proprietà farmacologiche dell’aglio le abbiamo solo se assumiamo aglio crudo.

2- DEVE ESSERE ATTIVATA anche se la consumiamo a crudo; per attivarla dobbiamo spremere o tritare l’aglio molto finemente per far sprigionare le salutari proprietà farmacologiche.


– PROPRIETA’ dell’ ALLICINA –


L’ALLICINA agisce tantissimo in corrispondenza dei vasi sanguigni migliorando il tono vascolare grazie all’aumento della sintesi dell’ OSSIDO NITRICO (NO), e questo è il motivo perchè riduce il rischio cardio-vascolare grazie:
A) alla riduzione delle calcificazioni vascolari a livello dell coronarie, quindi riduce il rischio d’infato
B) riduce la PA (soprattutto la diastolica, cioè la minima)
C) inibisce l’aggregazione piastrinica.

Tra le altre proprietà dell’ ALLICINA, ci sono anche quelle ANTIMICROBICHE, infatti è un rimedio naturale per
INFEZIONI VIE RESPIRATORIE dove da molti studi clinici si è visto che l’assunzione di aglio crudo nei primi giorni di raffreddore, riduce i sintomi collegati.

PARASSITOSI INTESTINALI
Tutto questo è possibile perchè i fitocomposti deggl’aglio sprigionano proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti.


– COME ASSUMERE L’ AGLIO –


Consumare ogni giorno spaghetti aglio, olio, e peperoncino, non risolve i nostri problemi, anche perchè come abbiamo già detto in precedenza l’ALLICINA è termolabile

Esistono integratori che contengono estratto di AGLIO e che lo libereranno direttamente nel tratto intestinale, in modo da evitare lo spiacevole effetto di alitosi e nausea.


– DOSAGGI –


Il dosaggio ideale per ottenere un reale beneficio è quello da 1 a 3 spicchi d’aglio/die; chiaro che il dosaggio è altamente soggettivo e non esiste un numero che vada bene per tutti.
Il consiglio è quello d’incrementare il dosaggio in maniera graduale a partire da mezzo spicchio/die.
Anche le tempistiche sono importanti, infatti per avere i benefici sopra descritti, è utile consumarlo quotidianamente per un periodo non inferiore alle 3 settimane.

– ISTRUZIONI PER L’USO –


1- Acquista AGLIO BIOLOGICO di qualità.

2- Tritalo al fine di ottenere pezzi molto piccoli paragonabili alle dimensioni di una compressa

3- Lascia riposare i pezzettini per circa 3 minuti; in questo modo si attiva una reazione enzimatica mediata dalla MIROSINASI; questo è l’enzima che evita lo spiacevole effetto collaterale dell’alitosi.

4- Versiamo questi pezzettini di aglio in un bicchiere di acqua riempito a metà.

5- Aspettiamo altri 5 minuti e poi beviamo il contenuto del bichhiere senza masticare (proprio come quando assumiamo le pillole)